Pearl Jam: in arrivo un'altra messe di dischi dal vivo?

Pearl Jam: in arrivo un'altra messe di dischi dal vivo?
Il gruppo, non pago dei 25 dischi dal vivo appena pubblicati, sta pensando di ripetere l’iniziativa con il tour nordamericano in corso. Secondo il presidente del Pearl Jam Ten Club, le registrazioni dei primi show sono state già mixate, e la proposta di altre uscite è stata ufficialmente fatta alla casa discografica. Ma non solo: i musicisti stanno prendendo in considerazione l’ipotesi di rendere disponibili anche dischi tratti dai tour precedenti, visto che sono in possesso di master riguardanti ogni singolo concerto da loro tenuto.
“Abbiamo pensato che fosse una bella cosa da fare”, spiega Mike McCready a proposito dell’operazione che vede i 25 album in commercio in Usa a 17 dollari – e a 11 dollari per gil iscritti al fan club. "Se i nostri fans vogliono i bootleg, di solito li pagano 50 dollari. Noi gli abbiamo voluto dare qualcosa di molto più economico, e meglio registrato”, dice il chitarrista. “Non ce l'abbiamo con il mercato dei bootleg, io stesso ne posseggo un sacco di Rolling Stones e Led Zeppelin. Proprio per questo, sarei contento se avessi la possibilità di comprare dischi dal vivo di buona qualità e a poco prezzo”. Comunque, a chi (comprensibilmente) non volesse acquistare tutti e 25 i doppi CD, MacCready consiglia il n.16 (registrato in Polonia), il n.10 (Parigi), e i due live londinesi (n.4 e 5). Gli altri componenti del gruppo hanno indicato nei dischi registrati a giugno a Cardiff, Katowice, Verona e Milano i loro preferiti. Va menzionato anche il fatto che il sito di “Rolling Stone” ha analizzato con notevole cura tutti e 25 gli album, segnalando per ognuno i momenti migliori e peggiori, le frasi più interessanti rivolte da Eddie Vedder agli spettatori e viceversa, e dedicando un angolo particolare alle versioni di “Even flow”, ritenuta la canzone che sta più a cuore ai fans. La palma del disco migliore va a quello registrato ad Amburgo; il peggiore è quello del concerto di Landgraaf, in Olanda.
Dall'archivio di Rockol - La storia dei Pearl Jam: quella cassetta da San Diego
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.