Nel nuovo album degli Stadio una canzone dedicata a Diego Maradona

Nel nuovo album degli Stadio una canzone dedicata a Diego Maradona
Fino ad allora erano stati una band di supporto, per quanto importante (il tour di “Banana Republic” con Lucio Dalla e Francesco De Gregori). Poi, un giorno, aprendo un quotidiano sportivo a Bologna decisero che da quel momento loro sarebbero stati un gruppo: gli Stadio. Il calcio è da sempre una passione per Gaetano Curreri e Giovanni Pezzoli, fondatori della band bolognese, e quello era il periodo in cui la musica si spostava dalle piazze agli stadi. Da allora sono passati vent’anni esatti, che il gruppo festeggia con “Donne & colori”, un album dall’impostazione tradizionalmente ital-pop ma dagli arrangiamenti sofisticati e dalle sonorità moderne, seppur non tecnologiche e sempre ben ancorate alla realtà. Perché gli Stadio sono persone semplici, onesti lavoratori della musica. Insomma, dei “mediani”, per dirla alla Ligabue o, più semplicemente, parlando in termini da Stadio.
“Se ci sono stati dei mediani nella musica italiana, quelli siamo noi – afferma scherzosamente Curreri -, che distribuiamo palloni a destra e sinistra”. Si riferisce ai chilometri macinati in tanti anni per suonare nelle situazioni più disparate, dai piccoli palchi di provincia alle grandi piazze, dai Sanremo alle minirassegne. E gli assist distribuiti sono le musiche create per i testi di molti cantautori di casa nostra: Guccini, Fossati, Vasco, Dalla, Carboni… “I nostri sono vent’anni di carriera costruiti non certo con le chiacchiere, cominciando con cose che inizialmente potevano risultare un po’ facilotte ma che poi molti altri hanno fatto dopo di noi”. Curreri parla con orgoglio della carriera del suo gruppo, ribadendo il legame affettivo che per loro lega la musica e lo sport, due grandi passioni: “Non a caso abbiamo dedicato una canzone a Diego Maradona: quando lui toccava la palla era poesia pura, il suo tocco era come quello del musicista o del pittore”… La canzone si intitola “Doma il mare il mare doma” ed è una delle due che si avvalgono del testo di Roberto Roversi (l’altra è “La ragazza con il telefonino”). Altri testi portano le firme dell’amico Vasco Rossi (“Sono la somma”), del giovane Saverio Grandi e di Bettina Baldassari, già collaboratrice di Patty Pravo. C’è stato anche un recupero d’annata nel produttore Guido Elmi, che lavorò ad un disco dagli Stadio considerato molto importante, “La faccia delle donne” (“ancora oggi nella scaletta dei concerti abbiamo sei canzoni di quell’album” conferma Gaetano). Un titolo poco lontano da qello del nuovo lavoro; del resto, come puntualizzano i ragazzi del gruppo, “il colore alle nostre canzoni, alla nostra vita, al nostro faticare, lo hanno sempre dato le donne”. Ad aprire “Donne & colori” è il singolo “In paradiso con te”, duettato con la cantante arabo-israeliana Amal Murkus, ma un altro duetto si realizza in “Te lo ricordi”, dove Gaetano canta con Mariadele.
“Donne & colori” uscirà nei negozi venerdì 29 settembre, mentre il 4 novembre la band partirà con una tournée teatrale.
I progetti degli Stadio sconfinano però oggi anche su altre strade. Sono loro a firmare la colonna sonora del prossimo film dei fratelli Vanzina “Quello che le ragazze non dicono”, come già avevano fatto con alcune pellicole di Verdone o per il serial tv “I ragazzi del muretto”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.