Teho Teardo candidato al David di Donatello 2011: 'L'ho saputo da Facebook'

Teho Teardo candidato al David di Donatello 2011: 'L'ho saputo da Facebook'

E' uscito il marzo scorso il nuovo lavoro firmato da Teho Teardo, intitolato "Il gioiellino", la colonna sonora realizzata per l'omonimo film di Andrea Molaioli. La candidatura al David di Donatello del 2011 come "miglior musicista" non ha tardato ad arrivare: è la quarta -in cinque anni- e potrebbe essere la seconda dopo la vittoria, nel 2009, ottenuta con "Il Divo" di Paolo Sorrentino. In un'intervista con Rockol il musicista originario di Pordenone -ma ormai da anni stabilitosi a Roma- ha ammesso che la nomination è arrivata del tutto inaspettatamente: "L' ho saputo da Facebook. Mi ero addirittura dimenticato di votarmi. Il mio atteggiamento verso queste cose è così, anche se sicuramente vincere premi è sempre una bella soddisfazione e già solo aver ricevuto una candidatura è come aver vinto". Le musiche de "Il gioiellino", interamente scritte, prodotte e mixate da Teardo, sono state composte dall'artista dopo aver letto la sceneggiatura, ma prima ancora di aver visto il film, quindi immaginandolo: " La musica che faccio deve sapersi sostenere da sola, stare in piedi anche senza un film. Non voglio fare una musica di commento, perché è un genere del passato, già codificato da colossi come Ennio Morricone e Nino Rota contro i quali non sarebbe sensato entrare in competizione. La nostra realtà non può più essere rappresentata in quel modo".  L'ex Meathead ha poi spiegato il suo particolare approccio al mondo cinematografico: "E' tutto un processo di reazione, leggo la sceneggiatura e se quello che ho letto ha una sua trasposizione, una corrispondenza dentro di me allora ci posso lavorare".  Il percorso da compositore del musicista veneto è iniziato nel 2000, sulle orme dell'amico Jim Coleman, già tastierista dei Cop Shoot Cop -con il quale Teho aveva più volte collaborato negli anni 90- e che lavorava come compositore con Gabriele Salvatores e Federico De Robertis.  Negli anni successivi il sound designer de "Il Divo" si è accostato a diversi progetti (drammatici, storici, documentari e teatrali) senza perdere di vista la propria inclinazione personale: "In ogni caso è sempre fondamentale un contrasto, uno scambio creativo con i registi con cui lavoro. Solo da questo può nascere un progetto completo. Ad esempio, con Andrea, per "Il gioiellino", avevamo due linee di pensiero totalmente differenti. Lui infatti pensava a qualcosa di trip hop, molto in voga negli anni in cui il film è ambientato, io invece non avevo immaginato affatto questa connotazione. Comunque ho utilizzato le sue indicazioni in alcuni brani, magari proprio in parti che Molaioli non aveva pensato in quel genere". Nonostante il suo eclettismo, Teho non ha negato la sua predilezione per "le situazioni legate alla tensione e che offrono più piani di percezione, perché mi danno la possibilità di esplorare musicalmente degli aspetti più profondi della realtà, non immediatamente evidenti".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.