Ancora problemi per Grooveshark: Google ritira la sua app dall'Android Market

A dispetto dei suoi progressi in direzione di un servizio legale e autorizzato dalle case discografiche (per cui ha già siglato accordi di licenza con etichette indipendenti come Merge Records, Ultra Records e con i marchi associati al gruppo Merlin), Grooveshark resta in una posizione di aperto conflitto con le major musicali, alcune delle quali le hanno fatto causa in tribunale: tanto che sarebbero state proprio queste ultime, secondo le informazioni raccolte da Billboard, a spingere Google ad espellere la sua applicazione per smartphones dall’Android Market.

La motivazione ufficiale della decisione fa riferimento a una non meglio precisata violazione dei termini di servizio. Ma Billboard fa notare che la mossa arriva in concomitanza con la testimonianza che il consigliere generale di Google Kent Walker è chiamato a rendere in materia di siti pirata di fronte alla Sottocommissione sulla Proprietà Intellettuale del Congresso Usa, e mentre la società di Mountain View è impegnata in delicate trattative con le case discografiche per avere il via libera al lancio della sua piattaforma di musica digitale. Recentemente, inoltre, .Google aveva dichiarato pubblicamente la sua intenzione di porre un freno allo scambio di file pirata che fa leva sul suo motore di ricerca, e il caso Grooveshark è visto come un’occasione concreta per fare seguire i fatti alle parole.

La app di Grooveshark, che permette a chiunque di caricare sulla piattaforma brani musicali disponibili per l’ascolto in streaming da parte di altri utenti, era già stata rimossa lo scorso anno dall’App Store della Apple.

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.