Susanna Parigi: è 'La lingua segreta delle donne' il nuovo disco

Si intitola "La lingua segreta delle donne" il nuovo album di Susanna Parigi in uscita a due anni di distanza dal precedente "L'insulto delle parole".
L'album, anticipato dal singolo "Liquida", è centrato sulla figura della donna vede la partecipazione di Lella Costa: "Le donne che attraversano la 'città senza porte' di questo disco sono donne che non urlano", spiega la cantante, "Sono donne che avevano intuito, molto prima che accadessero gli ultimi fatti, la decadenza culturale e dei costumi, perché erano vigili.

Sanno che davanti a un pozzo non si muore di sete e quando si è con le sorelle non c’è posto per la disperazione". .
"Esisteva in Cina una lingua segreta delle donne. Solo le donne sapevano leggerla e tramandarla. La lingua si chiamava Nushu", aggiunge la Parigi, "Le canzoni e il progetto di questo disco traggono ispirazione da questo misterioso linguaggio. Ma perché delle donne decidono a un certo punto di inventare un linguaggio inaccessibile agli uomini?".
Alla realizzazione del disco, oltre a Lella Costa, hanno partecipato anche artisti come Pamela Villoresi, Ottavia Piccolo, Teresa De Sio e Gianna Schelotto, e musicisti tra i quali Ferruccio Spinetti, gli Arkè String Quartet (ospiti nel brano "Una certa esaltazione del vivere") e Kaballà.
Diplomata in pianoforte, Susanna Parigi è insegnante presso i conservatori di Trento e di Novara. Ha collaborato come pianista con Riccardo Cocciante, Claudio Baglioni, Fiorella Mannoia, Pat Metheny, Noa e Tony Levin. Il suo album d'esordio eponimo è del 1996, mentre il secondo disco "Scomposta" è del 1999. Ad oggi ha pubblicato altri due dischi e il dvd "In Differenze: il dvd" nel 2007 in collaborazione con Medici Senza Frontiere. Nel 2010 ha vinto il Festival Teatro Canzone Giorgio Gaber.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.