Vendita Warner, Live Nation interessata alla sua casa discografica

Vendita Warner, Live Nation interessata alla sua casa discografica

Mentre la maggior parte delle offerte si concentra sulle edizioni musicali, un nuovo soggetto di spicco – nientemeno che il colosso della live promotion e del ticketing Live Nation – bussa alla porta di Warner Music mostrando interesse per il suo catalogo discografico.

Il deus ex machina dell’operazione, confermata da numerose e autorevoli fonti giornalistiche, sarebbe il presidente Irving Azoff, potentissimo manager artistico con un passato da discografico (prima, negli anni ’80, alla MCA; poi, nei ’90, con la sua creazione Giant Records affiliata proprio alla Warner) che, insieme al top management di Live Nation, ha definitivamente accantonato l’ambizioso progetto di fare direttamente concorrenza alle major firmando onerosi contratti a 360 gradi con superstar quali Madonna e Jay-Z. Acquisendo una casa discografica storica, però, Live Nation riuscirebbe comunque a realizzare un’integrazione a tutto campo tra musica registrata, musica dal vivo e management artistico  perseguendo una strategia multipiattaforma dalle molteplici possibilità (ad esempio in termini di vendita abbinata di dischi e biglietti, di promozioni incrociate, di sponsorizzazioni ecc.)

Intanto, sembra che la proprietà Warner voglia prendere le sue decisioni entro questo mese: oltre a Live Nation, restano in gara le società musicali Sony Music e BMG Rights e un numeroso drappello di private equity e società di investmenti tra cui Permira, Platinum Equity, Guggenheim Partners, Tamares (capeggiata dal miliardario finlandese Poju Zabludowicz), Yucaipa Companies (del re dei supermercati Ron Burkle) e Access Industries (del magnate russo-americano Len Blavatnik, già detentore del 2 % delle azioni).

 

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.