Yahoo pagherà artisti e etichette per la musica online

Dopo la finlandese Nokia (che nei giorni scorsi si è accordata con l’editore EMI Music Publishing per l’uso del suo catalogo sulle suonerie dei cellulari, vedi news), un altro colosso della new economy, Yahoo, scende a patti con l’industria musicale.
Il numero uno dei portali internet, che ha registrato 49 milioni di utenti nel solo mese di luglio, ha firmato con l’associazione dei discografici americani, RIAA, un contratto di licenza per il webcasting (cioè per la programmazione audio/video su internet), che lo impegna a pagare una royalty ad artisti ed etichette discografiche ogni volta che un brano musicale viene irradiato in “streaming” attraverso le sue stazioni radio online. Un risultato importantissimo per l’industria, perché fino ad oggi accordi analoghi erano stati siglati soltanto da società di profilo decisamente minore, come WWW.com, Soundbreak e MusicMusicMusic, ognuna delle quali, secondo fonti ufficiose, paga ai discografici dal 15 al 22 % dei suoi introiti lordi. Intanto, tra la RIAA e la NAB, l’associazione americana dei broadcasters, è in corso una causa sull’obbligo o meno delle emittenti radio di pagare le case discografiche per la musica che viene diffusa in streaming su internet simultaneamente alla programmazione via etere in AM e FM. Sulla questione è atteso nelle prossime settimane il verdetto dell’Ufficio Copyright statunitense.
Music Biz Cafe, parla Ghemon
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.