CNET: Già iniziati i test su Google Music

CNET: Già iniziati i test su Google Music

Aprile? Maggio? Chissà. Le congetture sul lancio del servizio musicale di Google proseguono senza sosta. Intanto, però, Greg Sandoval su CNET dà per certo  l’inizio del cosiddetto processo di dog-fooding: termine che, nel gergo di Silicon Valley, indica i test sul funzionamento di un nuovo prodotto che vengono effettuati dai dipendenti di un’azienda e che, solitamente, precedono di poco il suo lancio sul mercato. 

Il problema è che – tutte le fonti concordano – il gigante di Mountain View non ha ancora firmato alcun contratto di licenza con le major discografiche: trattandosi della cessione dei diritti relativi all’accesso in streaming da qualunque dispositivo connesso a Internet e non di pura e semplice vendita di brani musicali, la materia è nuova, complessa e delicata e viene valutata con estrema attenzione dai titolari dei copyright.  

Tuttavia, una prima versione di Google Music (che potrebbe anche risultare molto diversa da quella finale, avverte Sandoval)  sarebbe già nascosta nei meandri della rete, scovata casualmente un paio di settimane fa da un hacker intento a  installare la nuova versione del sistema operativo Android, Honeycomb, sul suo telefono cellulare. Un altro segnale che le grandi manovre sono a uno stadio avanzato, anche se i piani di presentazione ufficiale del prodotto sono già slittati in diverse occasioni: secondo Sandoval, Google Music potrebbe essere svelato al mondo ad aprile, in occasione della entrata in carica del cofondatore Larry Page nel ruolo di amministratore delegato. O magari a maggio, in concomitanza con la prossima I/O Conference organizzata dalla società.  

    

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.