Duri, perversi, autodistruttivi? Ma no: gli Slipknot fanno una vita sana

Duri, perversi, autodistruttivi? Ma no: gli Slipknot fanno una vita sana
Il "Daily Star" pubblica un articolo in cui infligge un duro colpo all’immagine autodistruttiva del gruppo metal, spiegando che al festival di Reading i loro camerini sono stati riempiti di sanissimi tè alle erbe e yogurt a basso contenuto di grassi, su espressa richiesta dei musicisti che ogni tanto si danno fuoco sul palco a testimoniare il proprio furore. In realtà, in privato è tutta un’altra musica: invece di mangiare vivi degli agnelli, gli Slipknot cenano con cibi vegetariani mentre attorno a loro si diffonde un gentile aroma di incenso e candele "new age". Un portavoce del gruppo ha spiegato ai fans sconcertati: "Hanno bisogno di dare tutto sul palco, per questo nella vita di tutti i giorni non esagerano, si rilassano e curano la propria alimentazione. Ogni tanto bevono qualche birra dopo il concerto". Ma come, birra e non sangue? Che tempi.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
11 feb
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.