NEWS   |   Classifiche / 09/08/2000

Nuove classifiche UK: due dischi nuovi al vertice con Robbie Williams al primo posto per i singoli e Ronan Keating per gli album. Sotto le aspettative Reef e Louise

Nuove classifiche UK: due dischi nuovi al vertice con Robbie Williams al primo posto per i singoli e Ronan Keating per gli album. Sotto le aspettative Reef e Louise
Nonostante il video choc (o forse proprio per quello), alla fine “Rock DJ” di Robbie Williams ce l’ha fatta ed ha conquistato la cima delle nuove charts dei singoli della Gran Bretagna; pare che il disco abbia letteralmente surclassato in quanto a vendite il secondo della classe, “7 days” di Craig David. In terza posizione una new entry, “Time to burn” targata Storm, in quarta (perde due posti) “Freestyler” dei Bomfunk MC’s. Sul quinto gradino ecco Ronan Keating, pimpante per l’annunciata seconda paternità, con “Life is a rollercoaster”. Giù dal 3 al 6 Five & Queen col rap-rock di “We will rock you”, giù dal 5 al 7 “The real Slim Shady” di Eminem. Ottavo posto: buono ma un po’ sotto le aspettative, quello ottenuto dai Mansun con “I can only disappoint U”, primo assaggio dal nuovo album “Little kix”. Louise (che di cognome fa Nurding, anche se non si scrive) scende dall’ottava alla nona posizione con “2 faced”, chiude la Top 10 una novità della comunità garage britannica, “Battle” di Wookie. Decisamente sotto le aspettative “Set the record straight”, il nuovo singolo sul quale i Reef puntavano molto: il disco infatti entra al numero 19. Per quanto riguarda gli album, Ronan può mettere da parte gli incubi che aveva annunciato d’avere: il suo omonimo disco di debutto si piazza infatti direttamente al vertice delle charts. E l’album, per ironia della sorte, detronizza quello di altri artisti irlandesi, e cioè “In blue” dei Corrs. Al terzo posto “The Marshall Mathers LP” di Eminem, scende lentamente sul quarto “Parachutes” dei Coldplay, mentre sul quinto troviamo “White ladder” di David Gray, personaggio fino ad ora ignorato alla grande dai media musicali britannici più giovanili. Con quasi una quarantina di settimane di presenza sul groppone, “Play” di Moby si ritrova al sesto posto. Al numero 7 c’è “The greatest hits” di Whitney Houston, all’8 “Oops!…I did it again” di Britney Spears, al 9 “Affirmation” dei Savage Garden, al 10 “7” degli S Club 7. Malino, almeno per ora, l’album che segna il ritorno sulle scene di Louise dopo parecchi anni di mutismo discografico: il disco, “Elbow beach”, infatti si ferma sul dodicesimo gradino. Escono dalla Top 10 “Reload” di Tom Jones e “Fragments of freedom” dei Morcheeba.