Addio a Carlo Bixio

Addio a Carlo Bixio

E’ morto lunedì (28 febbraio) a Milano, per un improvviso malore, Carlo Bixio, autore, compositore, produttore musicale e, da ultimo, “re Mida” della fiction televisiva. Era nato a Milano il 18 dicembre del 1941 ed era figlio di Cesare Andrea Bixio, autore di “Parlami d’amore Mariù” e fondatore del Gruppo Editoriale Bixio. Alle edizioni di famiglia aveva iniziato la carriera professionale nei primi anni ‘60, subentrandone alla guida al posto del padre nel 1978. A lui si deve, in quegli anni, la costruzione di un catalogo editoriale e discografico di tutto rispetto grazie anche alle intense collaborazioni con il mondo del cinema e della televisione (tra gli hits targati Bixio si ricordano “Djamballa (Il dio serpente)”, “Profondo rosso” dei Goblin, “Metti una sera a cena” e “Giù la testa” di Ennio Morricone, “Kalimba de luna” di Tony Esposito, “Mamma” di Luciano Pavarotti ). Con la Publisbei di Gianni Ravera, di cui il gruppo aveva acquisito il 50 % delle quote nel 1980, fu protagonista negli anni ’80 del rilancio del Festival di Sanremo; in tv produsse anche altre diverse edizioni di Un Disco per l’Estate e la Vela d’Oro. Dalla fine degli anni ’90, forte dei suoi consolidati rapporti in RAI,  aveva spostato la sua attività sulle fiction televisive, ottenendo enorme successo grazie a serial come “Un medico in famiglia” (il primo in assoluto, nel 1997) e “I Cesaroni”. Bixio è stato anche consigliere d’amministrazione della SIAE. Alla sua famiglia vanno le più sentite condoglianze della redazione di Rockol.                                               

    

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.