'Pronto per l'Europa': PIAS pubblica il prossimo album di Seasick Steve

L’Europa è pronta per Seasick Steve, originale e maturo (settant’anni…) cantante blues californiano diventato un personaggio di culto in Gran Bretagna. Ne è convinto Peter Thompson, managing director nel Regno Unito del gruppo PIAS, che l’ha appena messo sotto contratto con la rinata etichetta Play It Again Sam, il cui roster include già Editors, Joan As Police Woman, Drive-by Truckers e Jim Jones Revue. "E’ un grande artista, e ha fatto un grande album" sostiene Thompson a proposito del suo nuovo disco "You can’t teach an old dog new tricks" che esce il prossimo mese di maggio e che verrà promosso dal musicista con numerose partecipazioni ai festival estivi. Nato a Oakland con il nome di Steven Gene Wold, Seasick Steve (che deve il suo soprannome proprio al fatto di essere soggetto al mal di mare) è in circolazione dagli anni ’60, ha frequentato - secondo Wikipedia - il rock stardom (Janis Joplin, Joni Mitchell, Kurt Cobain), ha fatto il produttore e il tecnico del suono lavorando con gruppi come i Modest Mouse ma solo nel 2004 ha iniziato a pubblicare dischi a proprio nome: i primi due, "Cheap" e "Dog house music", per etichette indipendenti (rispettivamente Dead Skunk e Bronzerat), i tre successivi ("I started out with nothin’ and I still got most of it left", "Man from another time" e "…Songs for Elisabeth" per la Warner. Contraddistinto da un’immagine da hobo e da un corredo di strumenti "poveri" assemblati da lui stesso (celebre la sua chitarra a tre corde) proprio con il primo disco Warner, "I started out…" (326 mila copie vendute nel 2008), Seasick Steve ha cominciato a imporsi nel Regno Unito, diventando popolare anche grazie alla partecipazione a programmi televisivi come il Later with Jools Holland:

    L’Europa è pronta per Seasick Steve, originale e maturo (settant’anni…) cantante blues californiano diventato un personaggio di culto in Gran Bretagna. Ne è convinto Peter Thompson, managing director nel Regno Unito del gruppo PIAS, che l’ha appena messo sotto contratto con la rinata etichetta Play It Again Sam, il cui roster include già Editors, Joan As Police Woman, Drive-by Truckers e Jim Jones Revue. "E’ un grande artista, e ha fatto un grande album" sostiene Thompson a proposito del suo nuovo disco "You can’t teach an old dog new tricks" che esce il prossimo mese di maggio e che verrà promosso dal musicista con numerose partecipazioni ai festival estivi. Nato a Oakland con il nome di Steven Gene Wold, Seasick Steve (che deve il suo soprannome proprio al fatto di essere soggetto al mal di mare) è in circolazione dagli anni ’60, ha frequentato - secondo Wikipedia - il rock stardom (Janis Joplin, Joni Mitchell, Kurt Cobain), ha fatto il produttore e il tecnico del suono lavorando con gruppi come i Modest Mouse ma solo nel 2004 ha iniziato a pubblicare dischi a proprio nome: i primi due, "Cheap" e "Dog house music", per etichette indipendenti (rispettivamente Dead Skunk e Bronzerat), i tre successivi ("I started out with nothin’ and I still got most of it left", "Man from another time" e "…Songs for Elisabeth" per la Warner. Contraddistinto da un’immagine da hobo e da un corredo di strumenti "poveri" assemblati da lui stesso (celebre la sua chitarra a tre corde) proprio con il primo disco Warner, "I started out…" (326 mila copie vendute nel 2008), Seasick Steve ha cominciato a imporsi nel Regno Unito, diventando popolare anche grazie alla partecipazione a programmi televisivi come il Later with Jools Holland:

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.