Fa crack la più grande delle indies americane

Ha dichiarato bancarotta il più grande gruppo discografico indipendente americano, Platinum Entertainment, titolare di un catalogo di 20.000 titoli di musica classica, pop e “adult contemporary” (tra queste il live di Pete Townshend per la Maryville Academy uscito nel ‘99). Nel gennaio scorso, l’etichetta aveva lanciato un’ambiziosa iniziativa online in collaborazione con il network LiveOnTheNet.com per la distribuzione in MP3 e altri formati di un repertorio di oltre 15.000 canzoni di artisti come lo stesso Townshend, The Band, Peter Cetera e Sixpence None The Richer.
Music Biz Cafe Summer: Covid e diritti, l'onda lunga della pandemia e i timori degli editori
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.