Pavarotti fa pace con il fisco

Pavarotti fa pace con il fisco
Si è finalmente chiuso il contenzioso tra Luciano Pavarotti e il Ministero delle Finanze italiano. Il tenore ha versato alle casse dello stato la cifra di 24 miliardi, con cui ha regolarizzato la sua situazione di contribuente. Ne parlano i principali quotidiani, tra cui “Repubblica”, che dedica alla vicenda un’intera pagina, con un commento di Sebastiano Messina che esordisce con: “Ecco una bella notizia, non solo per chi ama l’opera ma per tutti gli italiani che le tasse le pagano fino all’ultima lira: Luciano Pavarotti si è rimesso in regola col fisco. Colpiva, ieri, la sua felicità dopo aver firmato un impegno a pagare 24 miliardi di tasse arretrate (sia pure in comode rate trimestrali di 500 milioni).” E si interroga poi sul ruolo da primadonna, davvero difficile da spiegarsi, del ministro Del Turco.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.