Lorenzo Suraci: 'Radio Rai boicotta i Modà, ma il disco va a gonfie vele'

Lorenzo Suraci: 'Radio Rai boicotta i Modà, ma il disco va a gonfie vele'

“Una vergogna”. Al telefono con Rockol Lorenzo Suraci, amministratore dell’etichetta Ultrasuoni che ha portato al Festival di Sanremo i Modà in coppia con Emma, ribadisce le dichiarazioni rilasciate a caldo all’agenzia Ansa a proposito del presunto “embargo” messo in atto da Radio Rai nei confronti di “Arriverà”, seconda classificata sabato scorso all’Ariston. “Non è una novità, che le emittenti Rai non passino i dischi di Ultrasuoni”, dice Suraci. “Ma stavolta le cose stanno diversamente: i Modà hanno partecipato a un programma della tv pubblica, sono arrivati secondi a furor di popolo. Da mesi la Rai insiste sul suo impegno nel promuovere i giovani. Invece basta un’occhiata al Music Control per verificare che nelle sue radio il nostro pezzo non passa. Evidentemente i direttori di RadioRai Uno e Due, Antonio Preziosi e Flavio Mucciante, hanno deciso di fare quadrato contro l’emittenza privata. E’ la stessa cosa che è successa in Audiradio, dove la Rai ha messo in atto un embargo sui dati”.

Si potrebbe obiettare che gli artisti Ultrasuoni, in questo caso i Modà, godono di un vantaggio concorrenziale nei palinsesti di RTL, RDS e Radio Italia… “Mica vero, ‘Arriverà’ è programmato su tutte le emittenti commerciali. E da ieri i Modà hanno iniziato un tour di promozione radiofonica andando ospiti al programma di Linus e Nicola Savino a Radio Deejay. Oggi sono stati a 105, a Radio Montecarlo e Virgin Radio, domani sera saranno a RDS. Dalla settimana prossima faremo le locali, solo in coda verranno a RTL e a Radio Italia”. Embargo o no, insomma, la marcia procede spedita: “Sì, per l’album avevamo già 140 mila copie in prenotazione e oggi se ne sono aggiunte altre 30 mila. Però l’atteggiamento di Radio Rai resta vergognoso”. All’Ansa, Mucciante ha dichiarato che  il disco dei Modà “non è in linea con il suono e le scelte musicali” di RadioDue,  e che la sua emittente non “passa” neanche Lady Gaga. “L’ho letto anch’io. Se è davvero così mi chiedo cosa trasmettano, e mi sembra una scelta suicida. Dal mio punto di vista, il responsabile dei programmi di un’emittente di servizio pubblico, che si finanzia grazie al canone versato dai cittadini, dovrebbero trasmettere quello che la gente vuole ascoltare. Oppure cambiare mestiere”.

 

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
6 mar
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.