Rockol - sezioni principali

NEWS   |   World / 20/12/1998

Il nuovo album di Vangelis è un tributo al pittore Domenikos Theokopoulos, detto ‘El Greco’

Il nuovo album di Vangelis è un tributo al pittore Domenikos Theokopoulos, detto ‘El Greco’
Nato a Creta, ma presto trapiantato in Spagna, Domenikos Theokopoulos è stato uno dei tanti artisti vissuti lontano dal proprio paese: è per questo motivo che gli spagnoli lo soprannominarono “El Greco”, creando la sigla di uno dei più importanti pittori dell’epoca (fine XVI - inizio XVII secolo) e di tutti i tempi. Nel 1995 la Galleria Nazionale di Atene, intenzionata ad acquistare e a riportare in patria uno dei più celebri dipinti del pittore, “San Pietro”, ha commissionato a Vangelis una composizione ispirata all’artista. L’album, in un’edizione limitata di 3000 copie autografate, è stato messo in vendita alla Galleria Nazionale quando il dipinto vi è rientrato per rimanervi definitivamente. Il Cd è andato a ruba, al punto tale da spingere Vangelis a riproporlo, con l’aggiunta di tre composizioni, all’attenzione del mercato internazionale. Ad impreziosire le tessiture strumentali di uno dei più popolari compositori contemporanei c’è anche la voce del soprano Montserrat Caballé. La composizione si articola in 10 movimenti, l’ultimo dei quali è intitolato “Epilogue”.
Scheda artista Tour&Concerti
Testi