Spartiti digitali, in Usa ZMX promuove il 'direct to fan'

Spartiti digitali, in Usa ZMX promuove il 'direct to fan'

Anche la musica stampata, nell’era digitale, può diventare oggetto del “direct-to-fan”: negli Stati Uniti la società ZMX Music offre agli artisti la possibilità di vendere direttamente spartiti musicali in formato digitale ai propri fan. “Il business tradizionale della musica stampata comporta costi molto elevati e troppe stratificazioni nella catena distributiva”, spiega l’ad  Eric Ziering. “ZMX Music ha realizzato un processo più efficiente che ci permette di abbassare i prezzi ai consumatori e di pagare maggiormente i compositori”.

Vendendo gli spartiti dal sito Internet di ZMX o attraverso i social network, questi ultimi possono incassare royalty del 30-50 % e seguire in tempo reale l’andamento delle vendite.   

  

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.