Sulla fusione AOL-Time Warner-EMI la Commissione Europea chiede il parere delle indies

La Commissione Europea sta prendendo contatti con le maggiori etichette indipendenti del continente per verificare se le proposte fusioni tra America Online e Time Warner, e tra Warner Music ed EMI, possano limitare in modo irreparabile la concorrenza sul mercato discografico. A riportare la notizia è il Financial Times di domenica 23 luglio: i funzionari di Bruxelles, rivela il quotidiano economico, hanno invitato le principali indies europee a rispondere a un dettagliato questionario destinato a raccogliere informazioni sulla loro attività, sulle spese da esse sostenute in promozione e sulla loro capacità di competere con le major nell’acquisizione degli artisti di maggiore peso commerciale; i membri della commissione stanno anche indagando per capire se l’apertura dei mercati online e l’emergere del downloading musicale a pagamento come modello di business per il futuro possano creare nuove opportunità competitive per l’industria discografica indipendente. Intervenendo sulla questione, Philippe Kern, segretario generale dell’associazione internazionale di etichette indipendenti Impala, ha risposto che in conseguenza delle ultime operazioni di fusione le major discografiche si troverebbero a controllare il 90 % della distribuzione di musica nel mondo. Kern ha aggiunto di essere preoccupato dal fatto che le case maggiori dominano il mercato della pubblicità radiofonica e televisiva nonché l’accesso agli ipermercati e alla grande distribuzione, verso cui si starebbe concentrando, a livello europeo, il 60 % delle vendite.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.