NEWS   |   dalla Stampa / 22/07/2000

Una ‘sòla’ il concerto milanese di George Benson

Una ‘sòla’ il concerto milanese di George Benson
E’ quello che scrive un durissimo Luca Dondoni su La Stampa di oggi, in riferimento al concerto milanese tenuto da George Benson - astro mondiale del jazz – lo scorso giovedì: “Per ciò che riguarda la serata milanese, si possono muovere almeno due critiche. La prima riguarda l’impianto audio proposto al pubblico paragonabile a quello di un buon «hi fi» da casa. Il volume inesistente e l’equalizzazione inadeguata hanno obbligato gli spettatori a vere acrobazie; a mettersi di fronte all’artista, non molto distante dal palco. In altre posizioni i suoni della band, la voce e la chitarra di Benson arrivavano sull’audience drammaticamente appannati e insufficienti. E che dire della band che l’accompagnava? Abbiamo ascoltato almeno venti concerti di Benson e questo è stato il peggiore ensemble. Percussionisti che s’improvvisavano coristi, il contrabbassista che più di una volta sbagliava le ritmiche più elementari. Un disastro. Ma non basta: c’è da dire che dopo il bellissimo album «Absolute Benson», distribuito in Italia dalla Universal Records ci saremmo aspettati che proprio i pezzi più recenti (due delle tracce più belle sono ottime cover di brani famosi scritti da giganti come Donnie Hataway o Stevie Wonder) suscitassero emozione. Niente affatto. Gli standard o le rivisitazioni musicali suonate sul disco da GB e da tre superstar come Joe Sample (ricordate i Crusaders?), Christian McBride e Steve Gadd dal vivo, sembravano essere affidati a un gruppo di «turnisti» apparentemente ingaggiati all’ultima ora. Vien di pensare che anche Benson non sia sfuggita alle regole imposte da alcuni organizzatori i quali pensano soprattutto che i concerti si possano fare con «poca spesa e tanta resa». Sessantamila dollari a data, che tradotti in soldoni fanno circa 125 milioni. Ora, se moltiplicate questo numero per almeno una ventina di date in tutta Europa, capirete perché la serata è stata musicalmente e organizzativamente un fallimento”.
Scheda artista Tour&Concerti
Testi