Spotify firma con EMI: gli Usa sempre più vicini

Forte (in Europa) di una customer base che tocca i 10 milioni di utenti (di cui 750 mila abbonati paganti), Spotify ha fatto un altro passo verso il lungamente agognato debutto negli Stati Uniti. Il sito All Things Digital sostiene infatti che, dopo avere chiuso un contratto di licenza con Sony Music, il servizio di streaming lanciato da Daniel Ek avrebbe raggiunto  l’accordo anche con la EMI. Per potersi presentare al pubblico nordamericano con un catalogo attraente, tuttavia, la società danese ha bisogno di far salire a bordo della sua piattaforma anche le altre major, la leader di mercato Universal e la Warner di Edgar Bronfman Jr. Quest’ultimo, che solo un anno fa, aveva bollato come irrilevanti (in termini di contributo economico potenziale) i servizi di streaming basati sul modello freemium, ha recentemente corretto il tiro: “Riteniamo che nel 2011 i ricavi generati da Spotify e da altri servizi di streaming potranno essere significativi”, ha detto recentemente commentando i dati trimestrali della sua società.

Intanto, proprio in queste ore ha esordito negli Stati Uniti il servizio di “cloud music” di Sony, Music Unlimited powered by Qriocity, già attivo in Italia.

 

Dall'archivio di Rockol - 11 Artisti diventati famosi grazie ai video su Internet
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.