Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Industria / 20/07/2000

La replica di JT Company: 'Robert Miles è ancora sotto contratto'

La replica di JT Company: 'Robert Miles è ancora sotto contratto'
Replicano JT Company e Jeity Music (rispettivamente casa discografica e società di edizioni musicali del produttore e musicista Joe T. Vannelli) alla notizia del presunto divorzio contrattuale tra le due società e Robert Miles, riportata da Rockol e avvalorata dalle parole poco tenere che l’artista stesso riserva ai suoi (ex?) partner sul suo sito web (robert-miles.com). Se divorzio c’è stato, ribattono i portavoce delle due aziende milanesi, si tratta di una decisione unilaterale contro cui le stesse intendono far valere le loro ragioni. “Con Concina (vero nome di Robert Miles, ndr) JT Company e Jeity Music sono arrivate a un accordo di fatto dopo due anni di trattative, formulando due distinte convenzioni, una delle quali riguardante la produzione passata dell’artista e una relativa alle sue attività future”, spiega il legale delle due società Fulvio Fiore, aggiungendo che “a monte esiste anche una scrittura privata sottoscritta a Londra, in base a cui l’artista si impegna a consegnare altri quattro album ai miei assistiti”. Miles però all’ultimo momento sembra averci ripensato, rifiutando di apporre la sua firma sui due documenti: la situazione è ulteriormente ingarbugliata dal fatto che i contratti coinvolgono una terza parte, il licenziatario BMG Ricordi, con cui ora Miles starebbe trattando direttamente cercando di scavalcare la sua ex casa discografica. La quale, richiesta l’esecuzione degli impegni concordati, promette tuttavia di non stare a guardare: “Sui diritti di BMG Ricordi di pubblicare l’album in Italia non abbiamo nulla da contestare”, dice Fiore. “Ma se Miles vuole negoziare per conto suo la pubblicazione all’estero delle sue prossime produzioni, allora ci vedremo costretti a bloccarne la circolazione”.