Dr. Dre querela la città di Detroit

Dr. Dre querela la città di Detroit
Dopo le minacce, i fatti: quando le autorità locali avevano interrotto lo show dell’artista la scorsa settimana alla Joe Louis Arena mentre veniva proiettato un video di otto minuti su uno schermo gigante, gli avvocati di Dr. Dre avevano promesso battaglia, e ieri hanno proceduto a intentare causa contro la città di Detroit, luogo del misfatto. Il risarcimento richiesto è di 25 milioni di dollari, oltre cinquanta miliardi di lire, e nel mirino dell’avvocato Howard King ci sono le autorità della città del Michigan, due agenti di polizia e l’ufficio stampa del sindaco, tutti accusati di violazione del Primo Emendamento (diritto di espressione). Il video oggetto del contendere mostra immagini sessuali e di violenza (con veri episodi sanguinari) decisamente esplicite: Dr. Dre sostiene che si tratta di una parte essenziale del suo spettacolo, intitolato “Up in smoke”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.