Canada: un’indagine rivela che gli utenti di Napster comprano anche i CD

Un’indagine di mercato svolta dal Solutions Research Group di Toronto sugli utenti canadesi di Napster ha rivelato che la maggioranza di loro sono grandi acquirenti di musica. Secondo lo studio, il 15% degli navigatori di Internet ha scaricato un file tramite Napster perlomeno una volta. L’utente medio del programma scarica 7 files alla settimana - e compra almeno un CD ogni sei settimane. "Gli utilizzatori di Napster canadesi sono grandi appassionati di musica, e molti di loro consigliano agli amici canzoni o artisti", afferma il rapporto, presentando il quale Edward Skira, che ha collaborato all’indagine, conclude: "L’industria musicale dovrebbe notare come il CD con un singolo e 15 brani di contorno non funziona più. L’acquirente di musica vuole scegliere, e se l’industria non glielo consente, si rivolgerà alla tecnologia per esercitare tale opzione".
Music Biz Cafe Summer: Covid e diritti, l'onda lunga della pandemia e i timori degli editori
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.