NEWS   |   Industria / 14/07/2000

Crisi di liquidità? Edel smentisce

Crisi di liquidità? Edel smentisce
La Edel Music AG ha smentito ufficialmente le voci diffuse da un’agenzia di stampa tedesca secondo cui la società guidata da Michael Haentjes sarebbe entrata nella “lista nera” del Neuer Markt di Francoforte a causa di una forte crisi di liquidità. In una nota ufficiale diffusa il 12 luglio, la casa tedesca ribatte di disporre di un capitale finanziario del valore di 54,7 milioni di marchi (oltre 50 miliardi di lire) che la mette al riparo da eventuali deficienze di cassa. I portavoce della Edel bollano come “scorretto e poco serio” il rapporto della Price Waterhouse Cooper che includeva l’azienda nel novero delle società quotate in borsa destinate a esaurire le riserve monetarie entro i prossimi 24 mesi, e che ha provocato, tra l’altro, l’immediata caduta del prezzo delle sue azioni. Attivissima sul fronte delle acquisizioni e delle joint venture sul mercato internazionale della musica e dei new media, la Edel ha appena rinforzato la sua intricata rete di società e compartecipazioni comprando il 51 % della tedesca Kontor Records, uno dei marchi leader sulla scena trance europea grazie a nomi come ATB e Blank&Jones. I tre precedenti proprietari (due dei quali, Rick Jordan e H.P. Baxxter, sono membri della dance band Scooter, sotto contratto con Edel) mantengono un ruolo operativo nell’etichetta, conservando il restante 49 % delle quote.