Universal Music, ancora dubbi sulla prossima struttura di vertice

Universal Music, ancora dubbi sulla prossima struttura di vertice

Notizie ancora confuse sul futuro assetto di vertice di Universal Music, in attesa dell’arrivo di Barry Weiss proveniente da Sony Music (e della partenza, in quella direzione, di Doug Morris). Il nuovo amministratore delegato Lucian Grainge ha già confermato l’incarico ai fratelli Monte e Avery Lipman, alla guida dell’etichetta Universal Republic. Ma restano ancora incerte le sorti di altri top manager come Sylvia Rhone (Universal Motown) e Antonio “L.A.” Reid (Island Def Jam): la prima, che ha in mano un contratto valido ancora per due anni, dovrebbe rimanere sicuramente al suo posto; il secondo, forte di una quotazione di mercato altissima dopo l’esplosione del fenomeno Justin Bieber, è ancora in forse a dispetto delle indiscrezioni che lo davano prima per partente e poi sicuramente confermato al fianco di Grainge.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.