La morte di Gary Moore: altri dettagli e i ricordi dei colleghi

La morte di Gary Moore: altri dettagli e i ricordi dei colleghi

A oltre 24 ore dalla sua morte, filtrano con difficoltà nuovi dettagli sulla scomparsa di Gary Moore, storico chitarrista dei Thin Lizzy trovato senza vita ieri a Estepona, in Spagna. Sembra confermato che sia stato trovato morto nel suo letto intorno alle 4 di mattina in una suite dell'hotel Kempinski dalla sua ragazza, una donna sui trent'anni non meglio identificata con la quale aveva appena cominciato una vacanza che sarebbe durata sei giorni sulla Costa del Sol, una zona della quale era molto appassionato. Moore era stato riconosciuto la sera precedente da un fan con il quale si era intrattenuto a chiacchierare allegramente per parecchi minuti, prima di ritirarsi nella suite. La coppia, trovato chiuso il ristorante dell'hotel intorno alle 23, avrebbe cenato al bar dell'albergo pasteggiando a sandwich e champagne; i tabloid inglesi, citando fonti anonime, parlano anche di "parecchi brandy" e suggeriscono che l'eccesso di alcol potrebbe essere alla base della morte di Moore, che sarebbe stato rinvenuto senza vita dalla donna la quale, in preda al panico, avrebbe poi telefonato ad amici e congiunti in lacrime per avvertire dell'accaduto. Nel frattempo si susseguono le dichiarazioni di artisti e colleghi su Moore. Per Henry Rollins, che ha ne tessuto le lodi sia come membro dei Thin Lizzy sia come solista, era semplicemente "troppo giovane per andarsene". Brian Adams, via Twitter, lo ha definito un "chitarrista straordinario", terminando il suo messaggio con un "R.I.P. Gary Moore". Bob Geldof, infine, ha definito Moore "una delle leggende musicali d'Irlanda" ed anche "uno dei più grandi musicisti blues di ogni tempo", inserendolo nella 'Santissima Trinità dei bluesmen irlandesi' insieme a Van Morrison e a Rory Gallagher.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.