Dopo 25 anni Italia Wave lascia la Toscana e sbarca in Puglia

Dopo 25 anni Italia Wave lascia la Toscana e sbarca in Puglia

Uno dei festival di musica rock più longevi e importante d'Italia cambia location dopo venticinque anni: Italia Wave dice infatti addio alla Toscana per trasferirsi a Lecce, in Puglia. Dopo essere nato ad Arezzo, il festival ideato da Mauro Valenti si era spostato nel 2007 a Osmannoro (Firenze), per poi muoversi nuovamente nel 2008 in direzione di Livorno. Per la prossima edizione, come riporta Repubblica.it di Firenze, Valenti ha raccolto l'invito di Nichi Vendola, presidente della regione Puglia: "Sono stato subito attratto da una regione dove il marketing territoriale e lo sviluppo delle culture è all'ordine del giorno", ha dichiarato Valenti, "A Lecce le istituzioni vedono il rock come volàno dell'economia e del turismo e hanno capito che, di Italia Wave, non è importante solo il cast, ma la ramificazione sul territorio italiano attraverso il contest riservato a gruppi rock di base di tutta la penisola, e il ritorno d´immagine che questo può portare. Un esempio? I gruppi iscritti alla nostra gara ques'anno sono 2.300, un record, soprattutto se si considera che fino a qualche giorno fa non era noto dove saremmo andati".
La scorsa estate è inoltre scaduto l'accordo triennale con il Comune di Livorno: "Dagli enti locali non si deve essere sopportati, subiti, ma desiderati", tiene a precisare Valenti, "Con questa nuova amministrazione non c'è stato tempo di costruire un rapporto, com'era accaduto invece con Martini, che considerava Italia Wave una finestra aperta sul futuro. Forse ci sono stati malintesi. Forse hanno prestato troppo orecchio alle malignità dispensate da nostri nemici aretini. Li ringrazio comunque".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.