Intervista a Ravi Shankar: ‘fedele alla mia musica’

Intervista a Ravi Shankar: ‘fedele alla mia musica’
Su Repubblica troviamo un’intervista di Paolo Biamonte al mastro del sitar indiano Ravi Shankar, prossimo ospite della rassegna musicale “Per te”, legata a Bologna 2000. “"Credo che il fascino esercitato dalla musica indiana sulle platee occidentali derivi dal fatto che, nella nostra cultura, la musica non è solo intrattenimento, ma anche un'esperienza spirituale e di conoscenza. Il che non esclude che la musica indiana sia anche intrattenimento", racconta Shankar che dal '67 dirige una scuola di musica a Los Angeles. "Negli anni 60 furono in molti a fraintendere il mio lavoro e il mio atteggiamento: detesto la trasgressione e gli eccessi violenti delle rockstar. All'epoca la gente cercava nuove esperieze e nuove guide e io divenni molto popolare pur essendo estraneo a quel mondo", aggiunge il maestro che a Bologna suonerà insieme a sua figlia Anoushka, sua allieva prediletta di sitar. Oggi il successo della World Music può facilmente consegnare a Shankar un ruolo di anticipatore e rimetterlo al centro del gioco di fraintendimenti. "Suono da sempre musica classica indiana e come musicista sono un purista: detesto la fusion o la contaminazione, come oggi può essere chiamata. Sono cresciuto ascoltando musica barocca ma non ho mai voluto suonare un repertorio diverso da quello indiano. Se cerco la collaborazione di artisti occidentali compongo delle partiture come ho fatto per Rostropovich o i concerti diretti da André Previn e Zubin Metha" spiega Shankar. "La musica etnica sta ormai diventando una moda e dunque si rischia di perdere di vista l'anima autentica della tradizione e di generare ancora confusione. Si usano etichette come World Music o New Age per trovare nuove definizioni di musica popolare: quello che importa veramente è che la forma non prevalga sulla sostanza. Per me la musica resta uno strumento di conoscenza, un mezzo per cercare la serenità dell'anima e lavorare per la pace"”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.