Stati Uniti, Pandora prepara l'IPO?

Si avvicina il momento dell’IPO (e quindi della quotazione in Borsa) per la Internet radio statunitense Pandora: lo rivelano all’agenzia Reuters fonti vicine alla società, che stimano in 100 milioni di dollari il valore “possibile” dell’offerta pubblica iniziale guidata da non meglio precisati istituti bancari.  Com’è prassi in questi casi, i portavoce ufficiali dell’azienda tacciono.

Fondata e guidata da Tim Westergren, Pandora (celebre per il suo sistema di raccomandazioni musicali basato sulle preferenze espresse dagli ascoltatori) è una delle aziende di maggior successo nel settore della musica digitale: attiva solo negli Stati Uniti per le restrizioni d’uso del catalogo imposte dalle case discografiche, ha chiuso il 2010 annunciando 75 milioni di utenti registrati per la sua opzione gratuita, e oltre mezzo milione per quella a pagamento e senza interruzioni pubblicitarie che costa 36 dollari all’anno.  

     

 

 

Dall'archivio di Rockol - La dura vita della star: quando chi sta sul palco diventa un bersaglio
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.