Le associazioni dei poliziotti americani contro Springsteen

Le associazioni dei poliziotti americani contro Springsteen
I poliziotti americani minacciano di non svolgere più compiti di sicurezza ai concerti di Bruce Springsteen. Colpa di “American flag”, la nuova canzone che il Boss e la sua E Street Band hanno finora eseguito dal vivo solo una volta, il 4 giugno ad Atlanta (vedi News). Il brano, che ha come sottotitolo “41 shots”, parla fra l’altro della morte (febbraio 1999) di Amadou Diallo, colpito con 41 proiettili da una squadra di poliziotti sulla porta della propria abitazione nel Bronx. “Pensavamo che avesse impugnato una pistola, invece era il portafogli” si sono giustificati i tutori dell’ordine. E il testo della canzone dice: “E’ una pistola? E’ un coltello? E’ un portafogli? E’ la tua vita... può capitarti di essere ucciso solo perché vivi nella tua pelle americana”. E continua: “Giura alla tua mamma che se un poliziotto ti fermerà ti comporterai educatamente, non scapperai, e terrai le mani bene in vista”.
“Quella roba è un mucchio di porcheria” ha dichiarato Bob Lucente, presidente di un’importante associazione di poliziotti di New York, e gli ha fatto eco sullo stesso tono Patrick Lynch, presidente di un’altra associazione: “Ritengo offensivo che il signor Springsteen ingrossi il proprio portafogli riaprendo le ferite di una tragica vicenda”. Al momento nessuna risposta da parte di Springsteen; il padre e la madre di Amadou, Saikou e Kadiatou Diallo, hanno intanto ringraziato Bruce per la canzone “che tiene vivo il ricordo di nostro figlio”; come hanno peraltro già fatto i Public Enemy (in “41:19”, su “There’s a poison goin’ on”) e Mos Def, Rah Digga, Kool G Rap e Pharoahe Monch, che nell’EP “Hip-Hop for Respect” hanno ricordato la morte di Diallo in “One four love”.
Dall'archivio di Rockol - I classici del rock: "Born in the USA" di Bruce Springsteen
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.