Giro di vite contro la pirateria discografica ucraina

E' stato annunciato dal presidente degli Stati Uniti Bill Clinton e dal presidente ucraino Leonid Kuchuma l'accordo che prevede una serie di iniziative da parte dell'ex stato dell'Unione Sovietica contro la pirateria musicale. Da tempo l'Ucraina aveva assunto un ruolo preminente nella produzione e distribuzione in Europa di compact disc contraffatti, sostituendo la Bulgaria come porto franco per le organizzazioni criminali coinvolte nel traffico illegale.
Il governo ucraino ha subito intrapreso le prime iniziative sospendendo la produzione in cinque stabilimenti di cd e conducendo una serie di raid contro i maggiori distributori illegali. Al fine di evitare sanzioni commerciali l'Ucraina dovrà introdurre una serie di misure legislative entro il 1° novembre 2000 che prevedono tra l'altro l'adozione obbligatori di codici di identificazione per gli stabilimenti di cd e l'incremento delle sanzioni penali.
Gli stabilimenti pirata in Ucraina dispongono di una capacità produttiva di oltre 70 milioni di compact disc. Alcuni mesi fa, in un'operazione condotta dalle unità antipirateria di Italia e Austria, furono sequestrati al confine con l'Ungheria quasi 40mila compact disc pirata di Adriano Celentano prodotti in uno stabilimento ucraino nell'area industriale di Kiev e pronti per la distribuzione nel nostro Paese.
Music Biz Cafe, parla Paolo Salvaderi (Radio Mediaset)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.