Nirvana primi per i lettori di 'Kerrang!', ma anche tanti vecchi nomi fra le band ‘che cambiano la vita’

Nirvana primi per i lettori di 'Kerrang!', ma anche tanti vecchi nomi fra le band ‘che cambiano la vita’
"Kerrang!", il settimanale britannico di heavy rock e dintorni, da più di tre anni che sta tentando di trascinare i propri lettori dal rock duro della "vecchia scuola" a proposte più innovative quali Fear Factory, Machine Head, Prodigy e via pestando. Ma il responso dato dai lettori stessi per il referendum "Le 100 bands che hanno cambiato la vostra vita" è stato sorprendente. Al primo ed al secondo posto troviamo sì Nirvana e Metallica, ovvero un responso abbastanza scontato, ma, tanto per rifarci ai nostri esempi, i Fear Factory si trovano in trentatreesima posizione, i Machine Head in trentasettesima ed i Prodigy in trentanovesima.
E che dire del quinto posto strappato dai Guns N'Roses, il cui ultimo album originale di studio risale ormai al lontano settembre '91? E che dire del sesto posto dei Black Sabbath, non esattamente dei novellini, o dell'ottavo degli Iron Maiden, i quali su “K!” avranno avuto sì e no quattro servizi (e mai una cover story) nel corso degli ultimi quattro anni? Scendendo in classifica troviamo poi altre sorprese, anche se forse non così eclatanti. I "vecchi" Queen, ad esempio, sono in trentunesima posizione, davanti ai Terrorvision, mentre Alice Cooper è quarantesimo davanti ai ben più giovani Monster Magnet. Stupiscono anche il quarantacinquesimo posto dei Pink Floyd, l'ottantaduesimo dei Clash, l'ottantanovesimo di Neil Young, ma anche il novantaseiesimo dei Free, gruppo scioltosi nel maggio 1971.
Dall'archivio di Rockol - La pietra angolare del grunge: "Nevermind" dei Nirvana
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.