Numero6: 'Per fare questo lavoro devi amarlo 'fortissimo''

Numero6: 'Per fare questo lavoro devi amarlo 'fortissimo''

I Numero6 ritornano a quattro anni di distanza dal loro ultimo album "Dovessi mai svegliarmi" con un nuovo disco di inediti dal titolo "I love you fortissimo": "Il disco c'è voluto un po' di tempo per metterlo insieme", ha spiegato a Rockol il cantante e autore Michele Bitossi, "mi sono sentito dire che la gente si sarebbe dimenticata di noi, ma ho sempre pensato che al giorno d'oggi se non hai nulla da dire è meglio stare zitti. Io ho scritto una valanga di canzoni da due anni a questa parte e non sono stato fermo un attimo: ho fatto un figlio, ho messo in piedi il progetto con Enrico Brizzi che è un vero disco e non è un semplice reading, c'è stato l'Ep con Bonnie 'Prince' Billy che ci ha un po', tra molte virgolette, consacrati, preparando bene il terreno per questo disco".





"Ho lavorato anche a un progetto solista che uscirà tra marzo e aprile con Urtovox", ha spiegato Bitossi, "Si intitolerà 'Il problema di girarsi' frase storica che usava dire il mitico cronista di calcio Bruno Pizzul, e da grande appassionato di calcio quale sono, tifando il Genoa, il progetto solista di chiamerà Mezzala, giusto per continuare questa grande nostalgia verso un calcio obsoleto che ormai ci siamo dimenticati. Il progetto mi ha portato via un po' di tenpo perché sono venti canzoni dalle quali poi scremerò. Non scrivo mai pensando a quale gruppo è destinato il pezzo, per cui non ho nessun conflitto quando scrivo un brano pensando se è per me o per i Numero6. Il nostro scopo come gruppo era quello di fare un disco che a differenza di 'Dovessi mai svegliarmi' , che era molto prodotto, posato e acustico, fosse più suonato e spontaneo: anziché scrivere canzoni e arrangiarle ho scritto testo e musica e fatto provini voce e chitarra. Anche se questo dilata un po' i tempi, l'arrangiamento dei brani da parte di tutto il gruppo è stato un bene".
Bitossi spiega a Rockol come è nato il titolo del disco: "Eravamo convinti di avere un bel disco in mano, volevamo anche un bel titolo ma i titoli belli erano finiti. A parte gli scherzi, ogni volta a questa domanda rispondo una cosa diversa, non sono molto bravo a trovare i titoli sia per i dischi sia per i brani. Un giorno stavo andando in studio in vespa e ho visto sul muro questa scritta surreale e impressionista, 'I love you fortissimo'. Volevo un titolo del quale si potesse parlare e discutere e c'entra anche molto poi con il disco: 'fortissimo' è di più di 'tantissimo', se vuoi banalmente rappresenta questo disco, noi siamo ancora qui a rompere le balle a trentacinque anni e per essere ancora qui bisogna amare fortissimo quello che si fa".

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.