Brando, con Jovanotti un ritorno positivo

Aveva deciso di non suonare più, di passare "dall’altra parte", per scrivere musica per altri. E’ così che Brando ha iniziato a lavorare con Jovanotti ("Avevamo in mente una cosa per il teatro"), finché un giorno Lorenzo - suo amico da anni, come Saturnino - non se n’è uscito con il testo di una canzone, "Bellezza mia", accompagnandola con un: "Questa è per te, perché non scrivi con me la musica?". E’ così che Brando ha ritrovato la voglia di rimettersi in gioco: "Lorenzo è stato fondamentale per me. Nel 1996 avevo deciso di non fare più niente, ero stressato, non mi trovavo più bene con la gente con cui lavoravo. Ero inaridito. Con Lorenzo mi sono ricaricato e ho ripreso in mano la situazione. Mi ero incupito, ma grazie a lui ho ritrovato uno sguardo positivo sulle cose". Da quella canzone è nato poi il progetto di un intero album, "Azúcar moreno" - che vede alla produzione artistica Brando e Saturnino - cui Jovanotti ha contribuito, come già riportato da Rockol (vedi News), anche con altri due brani, "Innamorati" e "Motocross". In tracklist anche una cover dei Mano Negra, "Sin corazón (Malavida)". "Nel ’90 abbiamo suonato con loro ad Arezzo e poi abbiamo fatto un giro in Europa. E’ un omaggio a Manu Chao e agli altri ragazzi, al loro modo di fare musica, che mi ha insegnato molto. Mi piace questo fatto che, dopo aver venduto milioni di dischi, adesso Manu è irrintracciabile e rispunta all’improvviso a Catania o a Barcellona. E’ una persona vera, e nel mondo della musica ce n’è bisogno".
"Azúcar moreno" è un album che pesca da tanti stili musicali, dal latin rock della traccia che dà il titolo all’album, alle sonorità anni Settanta di "Chi mi aveva detto": "Io ascolto di tutto, da Santana ai Korn. E nel fare le canzoni di questo album ho preso spunto dalla musica che mi piace ascoltare". Brando, al secolo Orazio Grillo da Catania (ma oggi milanese d’adozione), ha alle spalle dieci anni di musica, in cui - racconta - "ho fatto di tutto, ho suonato ovunque, con un sacco di musicisti importanti, come i R.E.M, con cui sono ancora in contatto. E’ bello sapere che degli artisti come loro mi apprezzano. E’ una cosa che mi dà molta soddisfazione". Ma non gli pesa il fatto di non essere diventato una voce nota presso il grande pubblico? "Oggi no. All’inizio era diverso: mi sono fatto conoscere come un personaggio ‘da ragazzine’ ma poi sono andato in crisi e ho deciso di mandare tutto all’aria. Mi sono tirato un po’ la zappa sui piedi ma era quello che sentivo di dover fare. Oggi sono più sereno, e l’unica cosa che mi importa è fare la mia musica e fare in modo che la gente la possa ascoltare". E questa raggiunta tranquillità la si ritrova anche nelle storie raccontate dalle canzoni dell’album, che dipingono quadri di vita, anche momenti dolorosi, ma sempre con uno sguardo sereno: "‘Navigando’, un pezzo di sola chitarra e voce, è stato in pratica la colonna sonora del mio divorzio. E’ stato il modo per prendere atto di una situazione, di un dato di fatto, e andare oltre". Raccolta e intensa è anche "Diventeremo grandi": "E’ un brano che fissa un momento fondamentale nella mia vita, quando ho perso in un incidente la mia migliore amica. Dall’oggi al domani quella persona non c’era più: è stato qualcosa che lì per lì mi ha devastato, ma poi è diventato il riferimento per dare la giusta misura alle cose. Insomma, che le radio passino o meno il mio singolo o che sia in classifica, in fonda è davvero poca cosa".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.