2010, l'anno nero dell'industria 'live'

2010, l'anno nero dell'industria 'live'

Non è un fulmine a ciel sereno e le avvisaglie di un'inversione di tendenza si erano registrate a partire dall'estate scorsa. Ora, però, giungono impietose le stime di Billboard e i numeri sono negativi, senza attenuanti. Le cifre sono riferite al mercato nord-americano e fotografano la stagione in cui, per la prima volta dopo una decina di incrementi poderosi e dopo un lustro in cui il comparto della musica dal vivo ha fatto da stampella all'industria musicale, il calo è fragoroso in termini di valore e di volumi:
- ingressi: - 24,4% (38 milioni di singoli spettatori, per una media di circa 3.300 presenze ad evento);
- numero complessivo di concerti: - 16% (11.555 il totale degli show in valore assoluto);
- ricavi: - 26,6% (totale fatturato: 2,1 miliardi di dollari).
Si allarga la forbice tra i mostri sacri e gli emergenti, con i primi a rappresentare le poche eccezioni positive (Lady Gaga, U2, Bon Jovi tra gli altri, a fronte di clamorosi flop come quello di Christina Aguilera) ed i secondi stretti nella morsa di un modello di business in evoluzione che ne stritola la capacità di lanciare e sostenere una carriera. Buona la performance dei grandi festival e dei megaraduni come Bonnaroo e Coachella. Orrenda la resa del tour di American Idol, zeppo di cancellazioni.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.