Rockol Awards 2021 - Vota!

Charlie Watts: un album techno per i grandi del jazz

Charlie Watts: un album techno per i grandi del jazz

Il batterista dei Rolling Stones notoriamente preferisce il jazz al rock.

Per questo, sorprende sentirlo ammettere che il disco "The Charlie Watts/Jim Keltner Project'', del quale Rockol ha già dato alcuni dettagli (vedi News), ha sfumature techno ed elettroniche nonostante i titoli dei brani siano ispirati a nove leggendari batteristi. Il 59enne Charlie, unite le forze con un altro batterista, l’esperto Jim Keltner, ha realizzato addirittura delle versioni mix di alcuni pezzi, per distribuirli nei club. Parlando con l’agenzia Reuters, Watts ha spiegato che non ascolta musica dance, preferendo i dischi di Art Blakey degli anni ’50. Se l’album ha un sapore moderno è per merito di Keltner, che ha fatto sentire al 59enne Watts alcuni campionamenti ritmici, sui quali il membro fondatore dei Rolling Stones è intervenuto col proprio strumento. "Il primo pezzo è stato inciso nel febbraio 1997, quando è morto Tony Williams. Per questo lo abbiamo intitolato col suo nome. Poi siamo andati avanti con ‘Kenny Clarke’, un omaggio al mio batterista preferito. Adoro persino che la gente lo nomini, per questo il pezzo si chiama così". Così facendo, tutte e nove le composizioni del disco hanno ricevuto i nomi di batteristi che Watts considera "giganti" - tanto che il titolo dell’album avrebbe dovuto chiamarsi "On the shoulders of giants" - ma gli Oasis sono arrivati prima. .


Ospiti del disco, Mick Jagger alle tastiere (è anche coautore di "Tony Williams"), e Keith Richards alla chitarra in "Elvin suite" (dedicata a Elvin Jones, collaboratore di John Coltrane). Il contributo di Ron Wood ad "Art Blakey" è stato invece scartato. "Non volevo troppe chitarre sul disco, avrebbe finito per sembrare un altro disco dei Rolling Stones. Che senso avrebbe fare un altro disco dei Rolling Stones?"
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.