Pazzo per Freddie Mercury il presunto killer della presentatrice BBC Dando

Pazzo per Freddie Mercury il presunto killer della presentatrice BBC Dando
La polizia sta mettendo sotto torchio un quarantenne, sospettato d’essere il killer della presentatrice della BBC Jill Dando, uccisa il 26 aprile 1999. Scotland Yard non ha confermato l’identità del fermato, ma si ritiene possa essere tale Barry Bulsara. L’uomo, un musicista disoccupato, avrebbe una vera e propria ossessione per Freddie Mercury dei Queen, dal quale ha mutuato il vero cognome e del quale si sarebbe vantato d’esserne il cugino. Il “caso Dando” provocò enorme clamore in Gran Bretagna, ed in seguito a ripetuti servizi di prima pagina dei tabloid, la polizia istituì una ricompensa da circa ottocento milioni di lire per chi avesse contribuito decisivamente ad identificarne l’assassino.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.