Nuove classifiche USA: rivoluzione in testa. Detronizzati gli ‘N Sync, Britney prima con un milione e mezzo di copie. I Pearl Jam entrano al secondo posto, Whitney quinta. Nessuno compra il disco degli Hanson

Si intitola “Oops!…I did it again”, lo canta una certa Britney Spears, è il suo secondo album ed è appena entrato nelle nuove charts statunitensi al primo posto vendendo 1.319.193 copie. Non male per una ragazza non ancora ventenne, ma va ricordato che gli altri due gruppi autori di simili exploits, BSB e ‘N Sync, non sono molto più “anziani” di lei. E Brit, con questo risultato, va a collocarsi più o meno a metà strada tra le affermazioni dei suoi amici: “Millennium” dei Backstreet Boys aveva infatti venduto 1,1 milioni di copie al suo debutto in classifica, mentre il più recente “No strings attached” degli ‘N Sync 2,4.
Bene i Pearl Jam. Il gruppo di Seattle piazza il nuovo “Binaural” in seconda posizione, anche se, rispetto alle cifre di Brit, le loro 225.000 copie sono quasi briciole. Entrano alti i rappers Big Tymers, di New Orleans: numero 3 con “I got that work”. I re assoluti, anzi i dittatori discografici delle precedenti sette settimane abdicano: gli ‘N Sync ed il loro “No strings attached” salutano il vertice e si adagiano sul quarto gradino. Sul quinto arriva il doppio greatest hits di Whitney Houston, mentre sul sesto troviamo la colonna sonora di “Mission impossible 2”, sul settimo “Unleash the dragon” di Sisqo, sull’ottavo “Supernatural” di Santana, sul nono “Human clay” dei Creed e sul decimo “My name is Joe” di Joe.
Catastrofe per gli Hanson: il loro nuovo e pluri-rimandato “This time around”, dopo essere entrato al numero 19 la scorsa settimana, questa scivola clamorosamente fino al numero 72. Si stima che finora non abbia superato le trentamila copie; “MmmBop”, è il caso di dirlo, era un’altra musica.
Music Biz Cafe, parla Claudio Buja (presidente Universal Music Publishing)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.