New York, Ja Rule in prigione per due anni

Il rapper Ja Rule farà fronte ad una condanna a due anni di reclusione inflittigli dal tribunale di New York nell'ambito di un processo per possesso illegale d'arma da fuoco iniziato nel 2007: il caso deflagrò nell'immediato post concerto in un locale frequentato da star (tra le quali, Lil Wayne, che la stessa sera fu arrestato ma con accuse diverse), tre anni fa, quando - in seguito all'intervento della polizia dopo scoppio di una rissa - nel vano di una delle portiere dell'auto di Ja Rule fu trovata una pistola semi-automatica calibro .40 carica. Il rapper ha patteggiato una pena a due anni di reclusione, che avrebbe potuto salire a quindici anni se l'accusa originale, possesso illegale d'arma da fuoco, fosse stata confermata seguendo l'iter processuale standard. La sentenza diventerà esecutiva dal 9 febbraio prossimo, quando Ja Rule verrà convocato in tribunale per la lettura della stessa: gli avvocati dell'artista, per il momento, si sono rifiutati di commentare.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.