Patti Smith lascia la Arista: ‘Senza Clive Davis, non rimango’

Patti Smith lascia la Arista: ‘Senza Clive Davis, non rimango’
Il cambio della guardia al vertice della Arista deciso dalla BMG è andato di traverso a molti artisti scoperti dal fondatore dell’etichetta, e molti avevano accennato alla possibilità che alcuni di questi non sarebbero rimasti alle dipendenze del nuovo presidente, il mago della nuova black music Antonio “L.A.” Reid. E infatti, il primo addio illustre è arrivato: è quello di Patti Smith. La cantautrice, che ha da poco pubblicato l’album “Gung ho”, ha fatto sapere che quest’estate si cercherà un nuovo contratto, dopo 25 anni e otto album realizzati per la Arista. Fu proprio Clive Davis, del resto, a scoprirla a New York e a farle incidere “Horses” nel 1975. “Ho iniziato con Clive, finirò con Clive”, ha spiegato. “Sono rimasta all’Arista sotto la sua ala protettrice. Penso di aver fatto dei buoni lavori, ma so di non vendere tantissimi dischi. Clive mi ha permesso di lavorare a modo mio, e questo era tutto ciò che desideravo. Per il resto, la Arista non ha mai mostrato molta comprensione per quello che ho fatto, così come loro hanno fatto cose che io non avrei fatto… Ma la cosa più importante è stata che non hanno mai interferito con le mie idee”. Qualcuno ritiene che la Arista non abbia fatto molto per promuovere “Gung ho”, che nonostante gli elogi della critica da marzo a oggi ha venduto soltanto 27.000 copie negli Usa. Tuttavia la Smith assicura: “Il contratto era in scadenza, e non ho fatto un disco tanto per ottemperare ai miei obblighi. Credo di aver dato loro il mio album migliore”. La cantante non ha comunque aggiunto altro sui suoi progetti futuri.
Dall'archivio di Rockol - Patti Smith e "Gloria"
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
26 lug
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.