Michele Pecora: «Sono indignato con Zucchero»

Qualche giorno dopo averlo intervistato (vedi in Artisti) torniamo a occuparci di Michele Pecora, e ancora in merito alla questione della somiglianza fra un suo successo del passato - “Era lei” - e il recente singolo di Zucchero, “Blu”, tratto dall’album “Blue Sugar”.
Dopo aver letto i quotidiani di ieri, e le risposte fornite da Zucchero a chi gli chiedeva un commento sulla (evidente) analogia fra i due brani - vedere in “Dalla stampa” -, Michele Pecora si dice «indignato».
In una sorta di “lettera aperta” al collega e (ex?) amico, Pecora scrive: «E’ vero che le note sono soltanto sette, ma è anche vero che le loro combinazioni sono senza limiti: anche se c’è un margine di casualità che è, forse, il grande mistero della musica. Non credo sia, invece, un mistero che la chitarra elettrica che esegue l’arpeggio di sottofondo del ritornello di “Blu” ripeta esattamente la melodia di “Era lei”. La definisci “casualità”? Anche la metrica è una casualità? La lunghezza dell’inciso e delle singole misure, come la chiamiamo, “casualità”? L’armonia, un’altra “casualità”? E la melodia, “casualità”? Parliamo anche della tonalità, e del testo: ennesime “casualità”? Non ti sembra eccessivo chiamare tutte queste combinazioni pura e semplice “casualità”? Spero che le tue risposte a queste domande non siano un’altra volta il silenzio».
Michele Pecora, che ha incaricato il proprio avvocato di consultare un perito in musicologia perché accerti l’eventuale plagio, oggi “esterna” con durezza, dopo avere atteso invano un qualsiasi tentativo di contatto da parte di Zucchero o di qualcuno del suo staff. E scende nei dettagli:
«Persino l'arpeggio della chitarra ha le stesse note: mi, re, do, si, la. Stesso è il tempo, in quattro quarti, stessa la tonalità, in la maggiore, stesso il giro armonico: la maggiore, fa minore, re maggiore e mi maggiore, e stessa la metrica per ogni accordo»
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.