Pirateria, Google annuncia nuovi strumenti per arginare i contenuti illegali

Pirateria, Google annuncia nuovi strumenti per arginare i contenuti illegali

Rispondendo alle richieste più volte avanzate dalle industrie dei “contenuti” (e in particolare dalle case discografiche), Google ha annunciato l’implementazione, nell’arco dei prossimi mesi, di una serie di strumenti finalizzati a combattere la diffusione di file pirata attraverso il suo motore di ricerca (le iniziative non riguardano YouTube, che già gestisce un proprio sistema di identificazione dei contenuti e di rimozione dei materiali non autorizzati). In particolare, la Web company promette di eliminare termini come “torrent” e “p2p” dalla funzione di autocompletamento che elenca automaticamente una lista di suggerimenti quando si scrive una parola chiave - per esempio il nome di un cantante o di un gruppo musicale - nella casella di ricerca. Sul modello di YouTube, Google si impegnerà anche a rimuovere entro 24 ore dal ricevimento della notifica da parte del legittimo titolare i contenuti illegali presenti sul motore e sugli altri suoi prodotti (contemporaneamente, anche gli utenti che protestano contro la rimozione dei loro contenuti otterranno risposte tempestive), a monitorare con attenzione il profilo dei siti affiliati al  programma AdSense (che permette di “monetizzare” la pubblicazione di annunci Google sul proprio website) e a  indirizzare le ricerche degli utenti verso contenuti legali autorizzati (come già avviene  negli Stati Uniti con lo “sportello unico” Google Music Onebox, che fornisce link ai maggiori negozi di download). 

L’annuncio è stato commentato favorevolmente dalle maggiori associazioni dei discografici, IFPI e RIAA.

 

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.