SCF inizia le operazioni

Risolte le formalità burocratiche legate alla sua costituzione in forma di società consortile, l’agenzia italiana di collecting fonografico SCF (creata dall’industria discografica per riscuotere i diritti di trasmissione radiofonica e televisiva e le royalty dovute per ogni altro pubblico utilizzo di musica registrata) ha finalmente cominciato ad operare attivamente sotto la guida del presidente Franco Reali e del direttore generale Ettore Del Borrello. Costituita formalmente il 1° febbraio scorso dopo essere stata scorporata dalla Fimi (che in precedenza svolgeva in prima persona le funzioni di collecting), la SCF ha l’obbiettivo di incrementare la raccolta dei cosiddetti diritti connessi spettanti ad artisti e produttori fonografici e che in Italia, a causa della forte evasione da parte di molte emittenti radiofoniche, non superano, secondo quanto dichiarato dalla stessa SCF, i 15-20 miliardi annui (cifra di molto inferiore a quella raccolta nel resto d’Europa). A questo scopo la società ha avviato per la prima volta una negoziazione con le radio private italiane mentre , secondo quanto dichiarato da Del Borrello, sono già a uno stadio molto avanzato le trattative con i maggiori utilizzatori, Rai e Mediaset. Gli accordi in questione potrebbero essere chiusi prima dell’estate.
Dall'archivio di Rockol - Dieci oggetti feticcio del rock
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.