Sesso e violenza, fa discutere un video dei 30 Seconds to Mars: guardalo qui

Sesso e violenza, fa discutere un video dei 30 Seconds to Mars: guardalo qui

Violenza (una lite con calci e pugni, un incidente motociclistico, ma anche un accoltellamento in piena regola, ripreso in slow motion), sesso (nudità, pratiche sadomasochiste e feticiste, riferimenti neanche molto velati all'autoerotismo e il più classico dei sex toy), ma anche scene piuttosto forti, come - ad esempio - una violenta aggressione a colpi di martello in una camera ardente piena di bare ricoperte dalla bandiera americana, come d'uso in occasione dei tristemente sempre più frequenti rimpatrii di salme di militari statunitensi: il nuovo video dei 30 Seconds to Mars, quello abbinato ad "Hurricane", sembra destinato a far discutere. MTV, il maggior network musicale nei Paesi anglo-americani, ha rifiutato di trasmettere la clip - che, nella versione originale e non censurata che vi proponiamo sotto, dura oltre 13 minuti - adducendo come motivazione la mancanza di requisiti necessari per rientrare nelle politiche aziendali in materia di contenuti.





L'analisi della censura ha individuato ben quaranta punti critici che impedirebbero non solo al video di venir trasmesso fuori dalla fascia protetta, ma di poter essere inserito tout court in un palinsesto televisivo. A dimostrazione di quanto il contenuto della clip - che, specifica il frontman Jared Leto, "non è più forte, osceno o duro di quello del video di 'Alejandro' di Lady Gaga" - sia irricevibile stando agli standard dei network, il leader della band americana ha postato sul suo sito ufficiale una delle tante mail (con i relativi omissis) ricevute dai responsabili della programmazione delle emittenti musicali. Sarcasticamente, poco prima dell'infinito elenco di "punti critici", Leto ha commentato: "Sto cercando una soluzione creativa che funzioni per tutti".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.