Una petizione contro i Bloodhound Gang

Una petizione contro i Bloodhound Gang
Questa volta a prendersela con la band di Jimmy Pop è la Asian American Women's Alliance, che sul sito www.dragon5000.com ha promosso una petizione contro il concerto in programma il 5 maggio al College Park, nel Maryland. Al centro della protesta la canzone "Yellow fever" che secondo l’organizzazione ha un testo che offende le donne asiatiche. La canzone della discordia si può trovare sul sito della band (www.bloodhoundgang.com) e su quello della Dragon5000. Il brano non è infatti incluso nel recente "Hooray for boobies" e non compare nemmeno più nella riedizione di "One fierce beer coaster", album che nell’originaria versione uscita con l’etichetta Republic conteneva la traccia incriminata.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.