Premio Videoclip Italiano 2010: ecco i vincitori

Premio Videoclip Italiano 2010: ecco i vincitori

Si è svolta ieri presso l’Aula Magna dello IULM di Milano la cerimonia di premiazione del Premio Videoclip Italiano 2010. La manifestazione, giunta alla sua dodicesima edizione, ha attribuito riconoscimenti ai vincitori, selezionati per ciascuna categoria delle sezioni “Indipendenti” e “Mainstream”. Il concorso, ideato da Domenico Liggeri, viene ospitato da sei anni presso la struttura dell'Università meneghina grazie al professor Gianni Canova, presidente di Facoltà di Comunicazione, Relazioni Pubbliche e Pubblicità, e patrocinato dal Comune di Milano. In questa edizione del Premio Videoclip italiano sono stati coinvolti anche gli studenti del Corso di Laurea Magistrale in Televisione, Cinema e New Media dell'Università IULM, che hanno assegnato, tramite il loro voto, una menzione speciale per la categoria "Indipendenti". Cerimoniere dell’evento è stato Franco Zanetti, direttore di Rockol, che ha consegnato le targhe a registi e artisti presenti alla manifestazione. Dagli interventi dei vari ospiti premiati, tra i quali Carmen Consoli (in diretta telefonica), The Niro, Vanilla Sky e Trabant, si è potuto riscontrare come il panorama del videoclip musicale stia mutando: si prediligono budget minimi alle grandi produzioni del passato, rendendo sempre più labile il confine tra indipendente e "commerciale". I videoclip di molti degli artisti vincitori, infatti, hanno sfruttato budget minimi, se non inesistenti, puntando, in molti casi, sull'auto-finanziamento.

Nella sezione mainstream hanno trionfato, grazie al voto del pubblico attraverso il sito ufficiale della manifestazione, nella sezione Donne, Carmen Consoli con "Non molto lontano da qui" e, per la sezione Uomini, The Niro con "London theatre". Si sono aggiudicati il primo premio nella categoria Gruppi, con il video di "Direzioni diverse", Il Teatro degli Orrori e, per gli Emergenti, hanno primeggiato i Trabant con "Ah oh aficionados"

Nella sezione indipendenti, invece, i vincitori sono stati scelti tra i migliori 30 clip selezionati dalla direzione artistica tra tutti gli iscritti al concorso. Un panel di esperti ha quindi visto e votato i 30 finalisti, dichiarando i vincitori.

Il premio per il miglior video è andato a "Everyone in their room" di Music For Eleven Instrument.

Saku & Davide Tappero Merlo si sono aggiudicati il premio per la miglior regia con "Just Dance" dei Vanilla Sky:



Ha vinto come miglior soggetto "Poetimprenditori" di Kitsch, ideato da Attilo Kitsch per la regia di Eli Emme:



Per la migliore fotagrafia ha trionfato Ugo Perazzini con "Loaded gun" della Fonderia con Barbara Eramo:



Per il miglior montaggio è stato premiato Ameleto Cascio per "Genesis" di A034.:



Il Premio Speciale per la categoria Indipendenti, attribuito dagli Studenti del Laurea Magistrale in Televisione, Cinema e New Media dell'Università IULM è stato conferito a Piero Costantino, regista di "Maggio", brano interpretato da Leonora:.:



Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.