Pierdavide Carone:'Le mie radici e la mia essenza: ecco il mio nuovo disco'

Pierdavide Carone:'Le mie radici e la mia essenza: ecco il mio nuovo disco'

"Distrattamente" è il secondo album di Pierdavide Carone, in uscita il prossimi 23 novembre. Sguardo sveglio, look davvero semplice e modo di fare spontaneo, come chi sembra non aver vinto da autore lo scorso Festival di Sanremo con il brano "Tutte le volte che", cantato da Valerio Scanu. Sono queste le caratteristiche di Pierdavide che saltano subito all'occhio, oltre ad una dialettica davvero vivace. Ai Massive Arts Studios di Milano si esibisce con otto brani, tra i quali due appartenenti al disco "Una canzone pop" e "Lo shampoo" di Giorgio Gaber: "Il brano di Gaber mi è sempre piaciuto, è un grande artista. Lo sento molto vicine alle mie corde, soprattutto compositive. In 'Distrattamente' ho cercato di raccontare il più possibile la mia visione delle cose, non concentrandomi solo sulle canzoni d'amore. Ho scelto "distrattamente" come titolo del disco perchè oggi siamo sempre più distratti su tutto, in particolar modo su ciò che ci accade intorno", afferma l'artista. Nato a Roma ma cresciuto a Taranto, Pierdavide è fiero delle sue radici pugliesi, che lo hanno influenzato molto, anche musicalmente: "La Puglia scorre nelle mie vene ed è ben presente nel disco con il brano 'Auè', che parla di tre personaggi tipici pugliesi ed ha la melodia di una taranta. Io ho cominciato a suonare in un gruppo folk pugliese ed è grazie a loro se sono qui oggi. Sono fiero delle mie origini e la mia terra sarà nel mio cuore per sempre. Se dovessi però scegliere una canzone di 'Distrattamente' che mi rappresenti al meglio, direi 'Un clown che piange': sono proprio io, in ogni parola", prosegue il cantautore. Per quanto riguarda i suoi progetti futuri, Pierdavide Carone parla di un tour promozionale ma non di Sanremo: "Per un paio di mesi sarò 'on the road' per promuovere il disco ma, ad essere onesto, non penso proprio di partecipare a Sanremo. Voglio mantenere intatta la media delle vittorie: una su una direi che è un ottimo traguardo. Ho sentito il nuovo album di Valerio (Scanu) e trovo sia molto più maturo sia a livello interpretativo che musicale", afferma Carone. "Se mi chiedete cosa vorrei fare tra trent'anni, ovviamente vi rispondo quello che sto facendo ora. Continuare a scrivere, a cantare. Magari scriverò un altro libro, magari comporrò brani per altri, sempre con il mio stile, un po' goliardico ed un po' irriverente. Devo confessarvi di aver fatto dei passi avanti come compositore. Uno dei miei primi brani, scritto quando ero bambino, si intitolava 'Frequentatori di chiese'. Direi che canzoni come 'Mi piaci ma non troppo' e 'Dammela...la mano' rispecchiano un notevole progresso, no?" conclude l'artista.

Scaletta Showcase

'Mi piaci ma non troppo'
'Auè'
'Ti vorrei'
'Un clown che piange'
'Lo shampoo'
'La prima volta'
'Dammela... la mano'
'Di notte'

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.