I Marlene Kuntz e 'Ricoveri virtuali e sexy solitudini: 'Un disco di rabbia'

I Marlene Kuntz e 'Ricoveri virtuali e sexy solitudini: 'Un disco di rabbia'

“E’ un disco di rabbia. Ci volevano rabbiosi, siamo tornati rabbiosi”: Cristiano Godano racconta così “Ricoveri virtuali e sexy solitudini”, il nuovo disco di inediti dei Marlene Kuntz. L’album, in uscita martedì 23, è il primo per la Sony Music, ed arriva a pochi mesi da Beautiful, il progetto sperimentale con Howie B. Ma non sono queste cose a destare l’attenzione, quanto il suono secco, caldo, chitarristico e i testi schietti e diretti, che la band ha scelto per questo album. Suoni e parole che marcano una distanza dal lirismo di “Uno”, l’ultimo disco di studio della band (2007).

“Io non sono una persona arrabbiata”, ha raccontato Godano oggi ai giornalisti presentando il disco. “Succedono cose in Italia che suscitano lo sdegno, ma ho sempre detto che non mi interessano i testi politici e sociali. Se voglio un’opinione in quel campo la vado a cercare in un’editoriale di una persona competente. La musica, per me, è un fatto estetico: io cerco di raggiungere un equilibrio tra parole e suoni, tra forma e significato”.

Però la rabbia cui si riferisce è evidente fin dalla prima canzone, “Ricoveri virtuali”, un atto d’accusa contro le derive della musica digitale in questa fase, per arrivare a “Pornorima”, che attacca “i farisei dell’indie rock”: “Ci sono due testi con destinatari facilmente identificabili. Credo che riflettano la nostra attitudine onesta, rispecchiano quello che sentivo quando scritto quei pezzi. Nell’ultimo tempo abbiamo accumulato un po’ insulti via web, e io ho usato due canzoni per rispondere.  Lo dico da molti anni: quello che sta succedendo alla musica è un problema, stiamo perdendo metà del nostro lavoro. Manca la sensibilità culturale per capire che dietro un disco ci sono mesi di lavoro, e magari tutto viene liquidato  con un click e 4 secondi di ascolto… Non vogliamo apparire retrogradi, anche noi andiamo su YouTube ad ascoltare, ma solo sottolineare il lavoro che c’è dietro la musica. Però arriverà un punto in cui i musicisti si chiederanno se ne vale la pena ancora entrare in studio”.

I Marlene quel dubbio non se lo pongono neanche, tanto che definiscono “Ricoveri virtuali e sexy solitudini” una sorta di concept album: “Nell’accezone larga del termine”, precisa Cristiano. “Ovvero di un disco che ha bisogno di essere ascoltato nella sua interezza, con un libretto sotto mano, per comprenderne tutti i passaggi. Come tutti i dischi dei Marlene, in cui non c’è nessuna canzone che abbiamo messo lì per riempire un buco”.





Anche in quest'ottica, il disco ha un’interessante appendice in  quattro clip girati dal duo di video maker milanesi Masbedo, con cui la band collabora dai tempi dell’installazione “Indeependance”. Quattro canzoni del disco messe per immagini nelle suggestive lande islandesi che compaiono anche nella copertina, con una storia che si svolge da un filmato all’altro.  Il clip del singolo, “Paolo anima salva” è in rotazione, ma l’opera – dicono i Marlene – vorrà avere anche un’altra circolazione oltre i tradizionali canali promozionali: la prossima settimana, per esempio, verrà presentatal Festival del Cinema di Torino.

Il disco è stato prodotto da Howie B: “L’abbiamo conosciuto anche lui ai tempi di Indeependance”, spiega Luca Bergia. “Ci siamo piaciuti, abbiamo iniziato a collaborare prima con i Beautiful, poi è stato naturale chiedergli di produrre il nostro album. E’ un personaggio particolare, perché non è un musicista, ma è molto eclettico e sa rendere le sonorità molto calde, o enfatizzare dei dettagli nascosti. Ci sono tante sonorità particolari e ha fatto una grande lavoro anche sulla voce di Cristiano". “Ci immaginavamo un modo di lavorare molto orientato al computer e al digitale”, aggiunge Riccardo Tesio. “Invece Howie lavora molto alla vecchia maniera, sulla performance, senza correzioni ma rifacendo tutto se non va bene”. Al disco hanno collaborato anche Lagash al basso e il polistrumentista Davide Arneodo, ormai membri aggiunti permanenti del gruppo, che andrà in tour a partire dal 2011.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.