NEWS   |   Italia / 18/11/2010

Francesco Renga ha presentato il suo nuovo Cd in un posto bellissimo...

Francesco Renga ha presentato il suo nuovo Cd in un posto bellissimo...

...dove il vino è buonissimo. La sera di martedì 16 novembre, alle celebrate cantine Bellavista di Erbusco, in Franciacorta, il cantante e autore bresciano, giocando in casa (benché tecnicamente nativo di Udine, da sempre risiede nella città lombarda, dove abita con la moglie Ambra Angiolini e i figli Jolanda e Leonardo), ha presentato alla stampa e a un ristretto gruppo di invitati il suo nuovo album, "Un giorno bellissimo", in uscita il 23 novembre e anticipato dal singolo dallo stesso titolo.
La presentazione è avvenuta in un grande salone sovrastante le enormi cantine, ed è consistita nell'esecuzione dal vivo - con gruppo elettrico e piccolo ensemble orchestrale - di undici delle dodici canzoni del Cd (l'ultima, "Adesso che sei grande", non è stata cantata - "Ho le mie buone ragioni, personali, per non averlo fatto, e preferisco non rivelarle" ha risposto Renga a chi gli chiedeva conto dell'omissione). La performance è stata ritrasmessa in diretta e in 3D in 24 sale cinematografiche italiane del circuito The Space Cinema.
Le canzoni dell'album, i cui testi sono stati scritti tutti da Renga (con un paio di collaborazioni: ma saremo più dettagliati in sede di recensione dell'album) costituiscono una sorta di "song cycle" dedicato all'amore "del tempo di mezzo", come ha detto Francesco con felice espressione: non il momento dell'innamoramento, non quello dell'abbandono, ma quello della consuetudine, che spesso diventa abitudine, routine, a volte noia. "E' il disco meno 'criptato' fra tutti quelli che ho fatto finora" ha spiegato Renga: "ho voluto cantare le mie paure, i miei dubbi, le mie inquietudini".
A dispetto dell'ambiente certo non ideale (dal punto di vista dell'acustica) per tenervi un recital, il mini-concerto è risultato molto gradevole, e Renga ha confermato le proprie doti vocali, ancora (se possibile) più convincenti che nel precedente lavoro "Orchestra e voce": potenza e controllo, fraseggio attento, intensità interpretativa - sempre sottolineata dagli occhi chiusi - ottimamente serviti dalla band (Diego Corradin, Luca Visigalli, Fulvio Arnoldi, Vincenzo Messina, Giorgio Secco, Stefano Brandoni) e dall'Ensemble Symphony Orchestra diretta da Giacomo Loprieno. Al primo ascolto sono risultate particolarmente efficaci, oltre alla canzone del singolo (che però abbiamo già nelle orecchie dai passaggi radiofonici), anche "Regina triste", "Da lontano", "Alzando la musica" e soprattutto "Immune".
Dopo l'esibizione e una chiacchierata con i giornalisti, la serata è proseguita a tavola: menu del territorio (lasagne con ragù di cacciagione e polenta e osei) innaffiato con abbondanza dall'eccellente vino delle cantine Bellavista. Grazie alla squisita cortesia di Valentina Farolfi - una triestina 'immigrata' a Brescia che si occupa delle relazioni con i media dell'azienda vinicola - la cena si è chiusa con ripetuti assaggi di un pregevole distillato di produzione locale, che hanno reso periglioso il ritorno notturno a Milano in autostrada e obbligatorie più soste-caffé negli autogrill dell'A4.



 

Scheda artista Tour&Concerti
Testi
Baglioni in tour
Scopri qui tutti le date!