Suicida in carcere il figlio di Mikey Craig (Culture Club)

Si è tolto la vita impiccandosi con i lacci delle scarpe Keita Craig, 22 anni, figlio del bassista e fondatore dei Culture Club. Il giovane si trovava nel carcere di Wandsworth, in Inghilterra, per tentata rapina ai danni di una donna, minacciata con un coltello. Keita aveva alle spalle una storia di droga e instabilità psichica, a causa della quale suo padre accusa di negligenza il sistema giudiziario e carcerario inglese. In questo è spalleggiato da Erin Pizzey, nota scrittrice e saggista antifemminista, e madre di Cleo Scott, che aveva 15 anni quando ha messo al mondo Keita insieme al musicista - dal quale poi si è separata. Craig esige un’inchiesta che accerti come mai il ragazzo, pur considerato a rischio di suicidio, non sia stato sorvegliato, e perché non gli siano stati tolti i lacci delle scarpe. "Mio figlio non meritava di morire in questo modo. Aveva bisogno di aiuto, lo hanno lasciato morire".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.